Campi magnetici tipici  
Home    Guida ai campi Campi e treni   

Valori tipici dei campi magnetici a 50 Hz prodotti da apparecchi di uso corrente

I campi magnetici pi¨ intensi con cui abbiamo a che fare in casa sono quelli generati da apparecchi dotati di motori elettrici o trasformatori. Ovviamente occorre che gli apparecchi siano in funzione. Le correnti, anche elevate, che passano nei fili dell'impianto casalingo, generano campi estremamente più deboli.

   magnetometro       

Per misurare i campi magnetici a bassa frequenza esistono dei piccoli strumenti portatili di uso molto semplice.

Ecco alcuni valori indicativi misurati (notare che possono variare sensibilmente in pi¨ o meno a seconda del modello e del fabbricante):

Nota: 1 ÁT = 1 microTesla = 1/1.000.000 di Tesla = 0.01 Gauss  
 
 

Stanza di appartamento 0.01 ÁT circa 
Frigorifero   < 0.02 ÁT
Televisore a 50 cm 0.04 ÁT
Tostapane a 20 cm 0.4 ÁT
Forno elettrico a 50 cm 0.3 ÁT
Cappa aspirante cucina  2 ÁT
Coltello elettrico a 30 cm  3 ÁT
Pompa autoclave a 1 m  0.3 ÁT
Asciugacapelli a 10 cm 50 ÁT
Lavastoviglie (sul piano) 0.5 ÁT
Rasoio elettrico a 5 cm 3 ÁT
Ferro da stiro (sul manico) 3 ÁT

Il campo generato dagli elettrodomestici non ha la stessa intensitÓ su tutte le zone del corpo: ad esempio, nella tabella per il ferro da stiro si riportano 3 ÁT sul manico ma a livello della testa dell'operatore il campo Ŕ inferiore a 0.01 ÁT (quindi trascurabile). Infatti i campi magnetici generati in questi apparecchi diminuiscono velocemente al crescere della distanza (vedi grafico).

Nel grafico accanto i pallini rossi indicano il campo magnetico in ÁT misurato a una distanza R da un asciugacapelli in fuzione. Il campo decresce rapidamente con la distanza: la curva rappresenta un andamento inversamente proporzionale al cubo di R.

Un andamento simile si riscontra in tutti gli elettrodomestici.

L'energia dissipata in un corpo da un campo magnetico variabile Ŕ trascurabile.


 
 

Home

Aggiornata  

© 2000-2004 G. Carboni