Esperimento PAMELA

L’esperimento PAMELA (a Payload for Antimatter Matter Exploration and Light-nuclei Astrophysics), e stato messo in orbita con successo il 15 Giugno 2006 a bordo del satellite russo Resurs-DK1, lanciato da un vettore Soyuz dal Cosmodromo di Baykonur in Kazakistan.

PAMELA, una Collaborazione Internazionale tra Italia, Russia, Germania e Svezia, è dedicato allo studio sistematico della radiazione cosmica in un vasto intervallo di energie. Si tratta di uno strumento di grande potenziale scientifico che costituisce lo sviluppo, l’estensione e la finalizzazione del programma di ricerche condotte dalla Collaborazione WiZard con l’uso di palloni stratosferici.

La configurazione dell’apparato ricalca, a grandi linee, quella dei voli su pallone con un’importante variazione riguardante lo spettrometro magnetico, costituito ora da un magnete permanente e da un sistema di tracciamento a silici, con l’aggiunta di un sistema di anticoincidenze. I rimanenti rivelatori - calorimetro a silicio-tungsteno, sistema di tempo di volo – sono l’evoluzione, con specifica qualificazione spaziale, di quelli dei voli su pallone, con l’aggiunta di un rivelatore per neutroni e di un ulteriore contatore a scintillazione per estendere l’intervallo di energie no al TeV (per elettroni) e per ampliare le configurazioni di trigger.

Gli obiettivi scientifici sono molteplici. Quelli primari riguardano la misura a vasto spettro dei flussi di antiprotoni e positroni no alle più alte energie ottenibili (190 GeV e 270 GeV, rispettivamente) per l’individuazione, tra l’altro, di possibili indici della distorsione dovuta alla presenza di materia oscura; la ricerca di eventuali antinuclei con sensibilità dell’ordine di  3×10-8 per il rapporto antiHe/He; la misura della componente nucleare dei raggi cosmici (da H a C) e la misura del usso di elettroni no ad altissime energie (dell’ordine del TeV). Obiettivi scientici aggiuntivi conseguibili nel corso della missione sono rivolti, tra gli altri, alla Fisica Solare con lo studio della modulazione solare dei raggi cosmici e degli spettri di particelle nelle SEP e allo studio delle particelle intrappolate nelle fasce di radiazione.