Esperimenti NINA e NINA-2

Nei tre anni di dottorato (1994-1997) ed in quelli immediatamente successivi, Roberta Sparvoli si  è dedicata alle missioni NINA e NINA-2, del cui sviluppo si è occupata fin dalla fase di progetto. Ha infatti affrontato numerose problematiche dell’esperimento, in particolare quelle relative all’ottimizzazione dello strumento, alla definizione dei parametri di volo, ai test di calibrazione in laboratorio e presso gli acceleratori, alla integrazione dello strumento sul satellite, all’analisi dei dati.

L’esperimento WiZard-NINA era dedicato all’osservazione della componente galattica, solare e anomala dei raggi cosmici di bassa energia (10-200 MeV/n). Cuore dell’esperimento era un rivelatore a strip di silicio. Il lancio dello strumento NINA è avvenuto il 10 Luglio 1998, con un vettore della classe Zenit dalla base di Bajkonur, in Kazakistan.

Nei primi mesi del 1998, è iniziato uno studio per l’installazione dell’Engineering Model di NINA come payload del satellite MITA (Minisatellite Italiano a Tecnologia Avanzata), nel progetto interamente italiano NINA-2, finanziato dall’ASI. Il progetto si è sviluppato in tempi molto brevi, ed il 10 Luglio 2000 il satellite MITA con lo strumento NINA-2 a bordo è stato messo in orbita. La missione NINA-2 ha dato alla collaborazione WiZard l’opportunità di avere una continuazione ideale con NINA, in quanto ne ha completato le osservazioni in un periodo di nuovo massimo solare.

Le due missioni hanno portato risultati importanti sulla misura di raggi cosmici primari, nuclei leggeri e particelle emesse in corrispondenza di eventi solari come flares e CME, e sullo studio della componente nucleare all’interno delle fasce di radiazione attorno alla terra, in particolare nella fascia di Van Allen più interna (l’unica che le missioni NINA incrociavano durante la loro orbita) ricca di protoni. Roberta Sparvoli  è stata responsabile dell’analisi dei dati ricevuti ed ha avuto parte integrante in tutte le pubblicazioni derivanti dalle missioni NINA, essendosi occupata della scrittura di gran parte del software di analisi.