Attività di Palloni Stratosferici

Parallelamente all’attività scientifica legata alle due missioni NINA e NINA-2, Roberta Sparvoli si è occupata nei primi anni della propria carriera scientifica di parte dell’attività di volo di palloni stratosferici che la collaborazione WiZard realizza dal 1989.

Il lavoro ha riguardato principalmente l’analisi dei dati provenienti dai voli Ts93 (1993) e Caprice (1994 e 1998), concentrata in particolare sulla misura del rapporto antiprotoni/protoni e positroni/elettroni nella radiazione cosmica. Importanti risultati sono stati ottenuti sulla stima del rapporto ¯p/p ed e+/(e+ + e−)
fino ad energie della decina di GeV, che si sono uniti a dati già esistenti anche della stessa collaborazione (voli MASS1 e MASS2). Lo studio combinato dei diversi comportamenti energetici e topologici degli eventi nel TRD (Ts93) e nel RICH (Caprice), unito all’indagine parallela dell’interazione nel calorimetro, ha permesso di raggiungere alti livelli di discriminazione di particelle con basse contaminazioni.

Attualmente la misura di flusso di antiprotoni a più alta energia è stata fornita dalla missione Caprice98.